Menu

La mappa della rete di raccolta e di distribuzione delle eccedenze alimentari in Trentino

TRENTINOSOLIDALE conta su:

  • 330 punti di raccolta: grandi e medi supermercati ma anche piccoli esercenti, servizi di catering e piccoli produttori dove – con 18 automezzi e 200 volontari attivi – raccoglie quotidianamente le derrate alimentari eccedenti, in confezioni danneggiate o prossime alla scadenza. Ancora nella stessa giornata tutti gli alimenti raccolti vengono analizzati da volontari che ne controllano lo stato, la presenza di eventuali confezioni danneggiate, di etichette deteriorate, le date di scadenza. Gli stessi volontari selezionano poi gli alimenti per tipologia e preparano casse di pane, di pizza, di prodotti dolciari, di latticini, di frutta, di verdura, di prodotti pre-cotti e così via. Nel volgere di poche ore, altri volontari consegnano le casse così preparate a 20 istituzioni e associazioni che operano con le categorie più svantaggiate (i dormitori, chi si occupa di donne sole o vittime di violenza, di soggetti fragili, di anziani, di italiani e stranieri economicamente deboli).
  • 33 punti di distribuzione che sono situati presso la sede di altre associazioni, o presso locali messi a disposizione dal comune o da parrocchie. Qui, a una certa ora, si apre un temporary shop, un negozio temporaneo, dove gli utenti (persone e famiglie che vivono accanto a noi ma in difficoltà economiche e in disagio sociale e che si sono registrate consegnando uno stato di famiglia per comprovarne il numero dei componenti e, di conseguenza, le quantità di alimenti che possono ritirare) fanno la spesa, dignitosamente e gratuitamente, scegliendo i generi alimentari da portare a casa in quantità proporzionale al rispettivo nucleo familiare.

 


Di seguito, la mappa con l’evidenza dei punti di raccolta (puntino rosso) e dei punti di distribuzione/negozi temporanei (goccia blu) di TRENTINOSOLIDALE.

Visualizza a schermo intero


Con il supporto di:

 

 

 

  TOP